Intervista al primo garnì certificato Ecoristorazione Trentino: Eco-Hotel Bonapace

bonapaceL’Eco Hotel Bonapace di Torbole sul Garda è stato il primo garnì a ottenere il marchio Ecoristorazione Trentino, il 10 agosto 2015. Nonostante offra solo il servizio colazione, infatti, quest’ultimo è stato ritenuto sufficientemente significativo per giustificare il rilascio del marchio Ecoristorazione Trentino. Ecco cosa ci dice il gestore, Arrigo Jacobitti, sull’esperienza di certificazione.

Arrigo, come ti è venuta l’idea di chiedere il marchio Ecoristorazione Trentino?

Mi sono imbattuto negli anni scorsi nella vostra brochure che mi ha incuriosito molto visto che avevo osservato quanto la colazione servita nel mio garnì seguisse la stessa vostra filosofia. La certificazione però mi sembrava molto improntata verso la ristorazione e quindi sono rimasto in dubbio se fosse realmente pertinente anche per chi come me serve solo colazione. Nel momento in cui ho avuto dei clienti, non necessariamente vegani o vegetariani, che ricercavano solo ristoranti biologici e ho cercato un po’ su internet, ho trovato una certa corrispondenza tra quanto da loro cercato e quanto offerto da alcuni ristoranti che avevano già ottenuto il vostro marchio. Mi sono quindi convinto a contattarvi.

bonapaceA quali cambiamenti nella gestione del tuo garnì ha portato il percorso di certificazione?

Molto interessante è stata l’idea, subito testata con successo, di sostituire i burrini monoporzione che erano in uso con dei panetti di burro che vengono dai clienti stessi porzionati con un apposito coltello. Questo ha permesso di ridurre drasticamente la produzione di rifiuto non riciclabile in quanto non ci sono più carte sporche di burro.

colazione-43Altra cosa interessante è l’aver dato una svolta decisa verso l’offerta di prodotti trentini a filiera corta. Abbiamo sostituito alcuni prodotti normalmente in uso non trentini con dei nuovi del nostro territorio. Nello specifico si è passati all’avere yogurt esclusivamente trentini, e una maggiore varietà di formaggi trentini con diverse stagionature. Inoltre, sempre stimolati dal percorso di Ecoristorazione Trentino, si è fatto anche un accordo con un produttore caseario che gestisce una malga a 1800 metri: si è iniziato ad avere quindi anche formaggi di malga, latte fresco, burro di malga. Anche l’acqua, che prima prendevamo dal Veneto, adesso è del rubinetto oppure minerale da filiera trentina.

colazione-36Hai già potuto notare una risposta da parte dei clienti?

Si è elevato nettamente lo standard qualitativo con un buon apprezzamento da parte della clientela. L’informativa sul buffet è stata razionalizzata con descrizioni più chiare e puntuali in modo da permettere al cliente il facile riconoscimento del prodotto e delle sue particolari peculiarità. In questo modo, il turista ha l’opportunità di venire a conoscenza di quelle che sono le nostre eccellenze e tipicità alimentari.

Soddisfatto quindi della scelta di acquisire la certificazione?

Sì, apprezzo molto che in Trentino si attuino a livello provinciale certe iniziative che portano ad una maggiore coscienza sul come il mangiare sano sia strettamente legato alla propria salute e alla propria qualità della vita.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *