Torta di Mele

Sbucciare e tagliare a cubetti 5 mele della Val di Non, cuocerle con un po’ di zucchero per qualche minuto. Nel frattempo grattugiare del pane raffermo ed inumidirlo con un po’ di latte di provenienza trentina per farlo rinvenire. Aggiungere circa 90 g di zucchero e 90 g di mandorle pelate e tritate. Tagliare sottilmente la parte gialla della scorza di un limone del Garda e unirla agli altri ingredienti. Montare a crema 70 g di burro, unire 6 tuorli, quindi le mele assieme a tutti gli altri ingredienti. In ultimo amalgamare all’impasto i 6 albumi battuti a neve soda. Imburrare una tortiera, cospargerla di pangrattato, versare il composto e cuocere in forno a fuoco basso.


Il progetto Ecoristorazione Trentino

La Provincia autonoma di Trento, tramite l’attività dell’Agenzia per la Depurazione (Ufficio Rifiuti) e dell’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (Settore Informazione e monitoraggi), e con la collaborazione del Comune di Trento, ha avviato nell’aprile 2011 un tavolo di lavoro con le principali associazioni di categoria operanti nel settore della ristorazione (ASAT – Associazione Albergatori ed Imprese Turistiche della Provincia di Trento, Associazione Agriturismo Trentino, Associazione Ristoratori del Trentino, Confesercenti del Trentino – Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici, UNAT – Unione Albergatori del Trentino), con lo scopo di attivare un progetto di sostenibilità ambientale rivolto agli operatori del settore, denominato “Ecoristorazione Trentino”. Ricalcato sul progetto “Ecoacquisti”, il progetto coinvolge ristoranti, ristohotel, pizzerie e agriturismi: quelli che dimostrano di attuare azioni per l’ambiente ricevono un eco-marchio di qualità


Disponibili on-line le presentazioni dei relatori degli incontri sull’ecoristorazione

Ecorist

Dal 28 al 30 gennaio 2013 si è svolto all’ExpoRiva Hotel (Riva del Garda, quartiere fieristico, 27-30 gennaio 2013) un ciclo di incontri sull’ecoristorazione, organizzati dalla Provincia autonoma di Trento nell’ambito del progetto Ecoristorazione Trentino.

Oltre alla Prima Assemblea dei ristoratori trentini certificati, che hanno portato le proprie esperienze inerenti la certificazione Ecoristorazione Trentino ed hanno valutato gli aspetti positivi e le criticità emerse durante l’implementazione del marchio, sono stati affrontati i temi della ristorazione sostenibile con particolari focus, da parte di esperti del settore, su: alimenti biologici, tecniche di cottura a basso impatto, illuminazione ad alta efficienza, riduzione dei rifiuti, prodotti ecologici per la detergenza, ecc.

SONO DISPONIBILI ONLINE LE PRESENTAZIONI DEI RELATORI.

 


07/02/2013 – Ecoristorazione Trentino, rilasciato il marchio ad altri 3 esercizi ristorativi

Altri 3 esercizi ristorativi hanno ottenuto il marchio Ecoristorazione Trentino, a testimonianza del loro impegno nella riduzione degli impatti ambientali riconducibili alle proprie attività. Si tratta del ristorante Boccon d’Oro (Arco), dell’Hotel Dal Pez (Denno) e dell’Hotel Alpino (Siror). In questo modo si allunga a 35 la lista dei ristoranti aderenti al marchio di qualità ambientale della Provincia autonoma di Trento.


Buone pratiche: le eco-vaschette

Il disciplinare Ecoristorazione Trentino ha come obiettivo, tra gli altri, la riduzione dei rifiuti sia in fase di pre-consumo, che in fase di post-consumo.

Aderendo al progetto “Ri-gustami a casa” i ristoratori permettono di ridurre la quantità di rifiuto post-consumo, permettendo ai clienti che lo richiedono, di consumare a casa il cibo non consumato durante il pasto.