E’ avanzata … la faraona

images_faraona

Se vi sono avanzati pezzi di faraona di circa mezzo chilo, potete preparare, un buon piatto di faraona alle mele tratto dal Ricettario RIECOLO del progetto Eco ristorazione della Provincia autonoma di Trento.

Ingredienti (per 4 persone) : mezza faraona, 1 kg di mele Renette, 150 g di olive (meglio se taggiasche), mezza cipolla tagliata a rondelle, 1 spicchio d’aglio, 2 bicchieri di vino bianco secco, 1 cucchiaio di farina bianca, sale quanto basta

Vino consigliato: Trentino d.o.c. Chardonnay

Come procedere

Tagliate a pezzi la faraona e lasciatela marinare nel vino bianco per circa 30 minuti. Nel frattempo sbucciate 2 mele Renette, tagliatele a fettine ed immergetele nel vino bianco assieme alla faraona a pezzetti.

Togliete la faraona dal vino facendola sgocciolare bene, e passatela nella farina bianca. In una padella antiaderente piuttosto capiente fate imbiondire la cipolla e l’aglio intero per poi soffriggervi anche i pezzi di faraona ben infarinati (se la padella non è sufficientemente grande potete usare due padelle, o soffriggere la faraona in due riprese). Fate tostare entrambi i lati della carne e poi bagnate con metà del vino di marinatura senza le mele.

Versate il tutto in una teglia da forno con i bordi alti, infornate a 150° ventilato e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Togliete quindi la faraona dal forno, mescolatela per bene e poi aggiungete il resto del vino con le mele, le olive e un pizzico di sale (tenendo presente che le olive sono già piuttosto salate), mescolate, infornate, e lasciate cuocere altri venti minuti a 180 gradi mescolando ogni 5 minuti per arrivare alla cottura perfetta.

Consigli. Questo piatto insolito e gustoso è perfetto per le festività.

RIECOLO – NON CHIAMATELI AVANZI! La “cucina degli avanzi” per ridurre gli sprechi, Ricettario edito dalla Provincia autonoma di Trento nell’ambito dei Progetti “Ecoristorazione Trentino”e “Ri-gustami a casa!” Con testi dello chef Adriano Irranca

Scarica il ricettario RiECOlO

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *