Pian dei Fiacconi, il primo eco-rifugio: intervista al gestore Guido Trevisan

guido trevisan pian dei fiacconiIl 17 agosto 2016 il marchio Ecoristorazione Trentino è stato assegnato al primo rifugio alpino d’alta quota, il Rifugio Pian dei Fiacconi di Canazei. Abbiamo intervistato il gestore, Guido Trevisan.

Guido, come ti è venuta l’idea di certificare il “tuo” rifugio?

Mi è venuta perchè, leggendo il disciplinare Ecoristorazione, ho notato che il mio modo di pensare e gestire il rifugio era già in linea coi requisiti per ottenere il marchio, dai detersivi biodegradabili, alla carta certificata, al risparmio dell’acqua, all’utilizzo di prodotti biologici e di un menù vegetariano, ecc. Così ho pensato che non mi sarebbe costata una gran fatica far certificare ciò che già in parte facevo.

Ecoristorazione al Pian dei FiacconiA quali cambiamenti ha portato la certificazione?

I cambiamenti principali sono stati sulla parte informativa ai clienti e sulla costanza del rifornimento dei prodotti, per il resto eravamo già sulla buona strada.

Fare eco-ristorazione in un rifugio è più difficile?

La difficolta principale per fare eco-ristorazione in un rifugio secondo me sta nella necessità di avere un interesse personale e un forte ideale da parte del gestore, nel senso che non va vista come una scelta economica per fare marketing. La decisione deve partire da un’ideologia di miglioramento della gestione in termini di ambiente e salute alimentare. Penso che partire da zero e cambiare tutto il menù, le abitudini e i prodotti di pulizia non sia molto semplice se prima non c’è un cambiamento ideologico sul modo di gestire il rifugio.

rifugio pian dei fiacconiChe tipo di risposta danno i tuoi clienti alle tue azioni ambientali?

Noto che la clientela abituale è contenta di trovare questa novità nel menù e nella nostra politica gestionale. Per quel che riguarda i nuovi clienti è un po’ presto per dirlo.
E a noi non resta che augurare a tutta la clientela, vecchia e nuova, buona eco-ristorazione d’alta quota al Pian dei Fiacconi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *